scritto da in PALLAMANO

Nessun commento

La Petrarca Pallamano Arezzo si prepara al week end più lungo e più importante dell’anno. Si parte per il Mugello, ovvero per Borgo San Lorenzo, per affrontare le final four under 19 maschile. Arezzo ci arriva dopo una stagione esaltante che l’ha vista finora imbattuta dominare il torneo. Sempre in testa con autorevolezza dalla prima giornata: tredici vittorie, un solo momento di distrazione per un pareggio che ancora grida vendetta, otto punti di vantaggio sulle seconde, nove sulla quarta. Quindi sulla carta il pronostico dice Petrarca favorita, ma quando ci si gioca tutto in due partite secche il pericolo è dietro l’angolo. Ai ragazzi di Saadi, pur consapevoli della propria forza, occorrerà massima concentrazione per ogni singolo secondo, per ogni attimo di gara, perchè il titolo finora virtuale si materializzi nel pass per le finali nazionali di Benevento. La nuova formula con il meccanismo delle semifinali incrociate e successive finali, introdotta quest’anno dalla F.I.G.H  anche per i campionati giovanili, metterà a dura prova tanto il corpo quanto la mente. Sabato pomeriggio semifinale contro la Medicea di Poggio a Caiano, quarta classificata al termine della regular season, domenica, almeno così logica vorrebbe, contro la vincente di un Tavarnelle – Grosseto che si annuncia partita equilibratissima. Emozioni a valanga in termini mai provati prima, ma l’ambiente è sereno e fiducioso. Nella stagione più difficile e girovaga, questo gruppo di ragazzi orfani di palestra, sempre con la valigia in mano, ha confermato il suo valore a dispetto di tutto e di tutti. Meritano un premio, non fosse altro che  per atto di giustizia. La Petrarca ci crede e con lei tutti gli appassionati dell’handball aretino, cronista compreso che conta di scribacchiare, la settimana prossima, una bellissima storia che continua…

Paolo Polezzi  A.S. Petrarca Pallamano

scritto da in UNDER 14

Nessun commento

SABATO AL COMPLETO!

mar
2019
20

scritto da in PALLAMANO

Nessun commento

scritto da in PALLAMANO

Nessun commento

LE PARTITE

mar
2019
08

scritto da in PALLAMANO

Nessun commento

scritto da in PALLAMANO

Nessun commento

La settimana bianca è ormai un’esperienza banale. Ci vanno tutti, o quasi, ed alla fine è una discesa dall’alto al basso per risalire, scendere poi di nuovo e così via. Lo stesso dicasi per il mare nei villaggi turistici sparsi per il mondo. Ci si bagna, ci si asciuga, ci si bagna di nuovo. Pochi privilegiati possono invece dire di aver viaggiato nello spazio, fra luna e stelle, addirittura di aver visto e conosciuto gli alieni. Ed ovviamente non parliamo di fantascienza ma di pallamano. Così è stato per alcuni giovani della Petrarca Arezzo, impegnati nella trasferta francese del Campus “Alessio Bisori”, come al solito organizzata al meglio dal tecnico Saadi Abderraham. Trasformati in pallamanauti grazie ad un volo breve, un paio di ore, un migliaio di chilometri o poco più, per arrivare alla galassia Paris St. Germain Handball, un mito della pallamano francese e mondiale e trascorrervi sei giorni.  E le stelle, o alieni da altri punti di vista, hanno nomi come Mikkel Hansen, capocannoniere nella Danimarca fresca campione del mondo, o Nikola Karabatic, il franco -serbo con un palmares che sfiora la leggenda. Ci si muove in mezzo agli astri, si possono non solo guardare da vicino,  studiarne i movimenti, ma addirittura toccarli e parlare con loro. Sentirsi contemporaneamente tanto piccoli e tanto grandi. Così l’esperienza diventa eccezionale, con la solita regola per cui sport e vita viaggiano a braccetto. I ragazzi aretini hanno sostenuto allenamenti con i coetanei francesi di PSG e Creteil, stringendo anche nuove amicizie e scambiando esperienze. Hanno potuto seguire da vicino lo squadrone campione di Francia in carica che, dopo una quantità di titoli e trofei nazionali ferocemente sta lottando per vincere la sua prima Champions’ League. Hanno assistito a sfide di serie A ed addirittura alla gara di Champions PSG – Zagabria strizzati ed entusiasti fra i cinquemila spettatori che gremivano all’inverosimile lo Stade “Pierre de Coubertin. Il mondo delle stelle, il mondo dei sogni. Poi il rientro dallo spazio, la terra e la realtà. Ed una voce lontana: “Huston, pardon Arezzo, abbiamo un problema……” Su quale campo atterreranno i nostri pallamanauti di ritorno dalle galassie? Il timore è di un impatto duro. Ma intanto con questi ragazzi, umani e terrestri, la Petrarca Pallamano Arezzo è in testa al campionato e guardando le stelle si ha voglia di salire. Non di scendere. Intanto già al lavoro per l’edizione estiva, la nona, del Campus Talent.

Paolo Polezzi  A.S. Petrarca Pallamano