scritto da in PALLAMANO

Nessun commento

30/01/2019
Amichevole Petrarca – Firenze La Torre – Non ci ferma nemmeno la neve!!! Grazie alla società di Pontassieve per averci fatto visita… E dopo 5 tempi di gioco tutti insieme per una bella merenda offerta dai genitori… Grazie a tutti per il bel pomeriggio!!!

scritto da in PALLAMANO

Nessun commento

Sabato di fuoco!!

feb
2019
01

scritto da in PALLAMANO

Nessun commento

scritto da in PALLAMANO

Nessun commento

Il PalaMecenate è tornato ad ospitare la pallamano per una breve parentesi grazie al Campus Talent   ”Alessio Bisori”, nell’ edizione invernale recentemente conclusasi. Uno stage internazionale che grazie all’iniziativa di Saadi Abderraham ed all’impegno della Petrarca Pallamano onora il nome di Arezzo in Italia e nel mondo, concentrando portando nella nostra città tecnici di fama provenienti da paesi all’avanguardia nel mondo dell’handball. Quest’anno è stata protagonista la scuola danese, da sempre ai vertici europei e mondiali tanto in campo maschile che in quello femminile, ed in particolare il prestigiosissimo club Ajax di Copenaghen che ha messo a disposizione il vertice del suo staff per il settore giovanile che conta, pensate un pò, circa settecento tesserati. Patrick Nicolai Petersson, Tanwir Naman e Lyhne Nielsen Mads hanno costituito un team tecnico di assoluto valore che ha lavorato per più giorni con i tre gruppi di giovani atleti under 17 maschile e femminile, under 19 maschile, che si sono avvicendati sul campo, regalando loro momenti di grande e preziosa crescita nella tecnica della pallamano o meglio, vista l’aria internazionale, dell’handball. Perchè l’inglese è stato protagonista in palestra, anche se alla fine una rete segnata pareggia un goal subito, e l’occasione unica per un inconsueto approfondimento linguistico ha costituito ulteriore motivo di interesse per i ragazzi in un esperienza che ogni volta rinnova un ruolo educativo che costituisce valore aggiunto alla pratica sportiva. Hanno partecipato anche atleti di altre società toscane e l’auspicio degli organizzatori, già al lavoro per l’edizione estiva che sarebbe l’ottava, è proprio quello di allargare la platea dei partecipanti anche a tecnici e giocatori provenienti da fuori regioni. La voglia di crescere è tanta, in tutti i sensi.

Paolo Polezzi  A.S. Petrarca Pallamano

scritto da in PALLAMANO

Nessun commento

 

 

scritto da in PALLAMANO

Nessun commento

E’ davvero difficile seguire le vicende della Petrarca Pallamano Arezzo, costretta a campionati spezzatino, come si usa dire, non per esigenze televisive ma semplicemente perchè ci si allena e si gioca quando il campo c’è. Dunque sette giorni su sette, qualsiasi buco disponibile è buono per disputare partite ufficiali, e i risultati, ovviamente, vanno a singhiozzo perchè giocare infrasettimana, il venerdì nella migliore delle ipotesi, significa allenarsi di meno e sacrificarsi di più. Per non parlare del continuo viaggiare, anche se l’ospitale Castiglion Fiorentino è ormai una seconda casa per tutti i petrarchini. Ne soffre in particolare il settore femminile, penalizzato anche dalle formule dei campionati e da malaugurati infortuni a giocatrici chiave. La formazione Under 17, inserita in un torneo che vede ai nastri di partenza tutte formazioni under 19 con l’unica eccezione di Prato, soffre evidentemente sul piano fisico. Dopo cinque gare è ancora alla ricerca del primo successo. A tratti le citte riescono ad esprimere bel gioco ma il calo alla distanza arriva poi puntuale. Cresceranno. Meglio l’Under 15, che viaggia a metà classifica caricata dalla recente netta vittoria, 22 a 12, su Pontassieve ed attende sabato prossimo fra le mura amiche, si fa per dire, la Pallamano Mugello per proseguire la serie positiva. Le belle notizie arrivano dai maschietti. Viaggia come una corazzata l’Under 19 maschile, al sesto successo su sei partite e saldamente in testa alla classifica con due punti di vantaggio su Follonica, nonostante una partita in meno, peraltro già superato in trasferta. Fra Arezzo ed il Capodanno da capolista c’è solo l’ostacolo Grosseto, atteso sabato prossimo al PalaMeoni. Il gioco spumeggiante dei ragazzi di Saadi li pone in condizione di favoriti, a maggior ragione se capaci di gestire la fase difensiva ed i ritmi di gioco. L’ultima vittoria contro Firenze La Torre è un 39 a 31 che testimonia spettacolo ma ritmi pazzeschi (settanta reti in sessanta minuti) che possono essere talvolta traditori. Dunque fiducia e prudenza per una squadra chiaramente e legittimamente ambiziosa. In Under 17 alti e bassi con una posizione di centroclassifica che poteva essere migliore ma l’anno si chiude comunque con una bella vittoria, 23 a 22, sulla coriacea Medicea di Poggio a Caiano. Questo dunque il punto alla vigilia delle feste. E la letterina per Babbo Natale è già partita da tempo. Cosa si chieda in casa Petrarca è facile immaginarselo. Nell’ordine inverso di importanza: successi, salute, un impianto cittadino utilizzabile. Nell’ordine inverso.

Paolo Polezzi  A.S. Petrarca Pallamano