Petrarca batte Farmigea. Sfiorato il colpaccio per le ragazze contro la capolista Firenze

apr
2011
07

scritto da in SERIE B FEMMINILE, SERIE B MASCHILE

Nessun commento

Torna alla vittoria la Petrarca nel torneo di serie B maschile. Nell’anticipo di giovedì sera la squadra di Saadi regola agevolmente l‘Apuania Farmigea con il punteggio finale di 34 a 27, prendendosi la rivincita rispetto alla sconfitta patita all’andata. Un successo netto al di là di quanto dica il punteggio, al termine di una gara giocata su alti ritmi con prevalenza delle difese sugli attacchi, fra due squadre ormai tranquille che poco hanno da chiedere a questo campionato ormai al termine. Arezzo sempre avanti anche nel primo tempo, più equilibrato, chiuso sul 15 a 12. Nella ripresa la reazione del Farmigea è ben contenuta, ed anzi il vantaggio di Carboni e compagni si incrementa gradualmente fino alle tranquille sette reti finali. Una prova positiva per la squadra ed una serata divertente per il numeroso pubblico presente. Da segnalare in particolare le prove del giovane Orefice, capocannoniere della serata con 12 reti, e del veterano Carrai, sei marcature per lui. Finalmente il mix di entusiasmo ed esperienza che a lungo è stato cercato nel corso del torneo e che è l’unica strada per ottenere risultati immediati. Per il resto, i giovani stanno crescendo accanto ai più anziani che tanto hanno dato e tanto ancora possono dare. L’essenziale è constatare che il movimento della pallamano aretina è in crescita. I risultati verranno e merito e soddisfazioni saranno di tutti. Sfiora il colpaccio, ma solo lo sfiora, la B femminile contro l’imbattuta capolista Firenze la Torre che viene ad Arezzo a festeggiare la promozione in A2. Ancora una volta Polezzi ha le giocatrici contate al punto tale di convocare in panchina quattro under 12, per quanto promettenti. Solo in extremis il recupero di Ricciarini, Barberi, Casula, Belloni (solo per citare le infortunate della settimana) ha consentito di limitare alla panchina l’esperienza delle cittine in prima squadra. Squadra che dimostra orgoglio e grinta. Nel primo tempo Firenze è messa sotto e la Petrarca , difesa perfetta, chiude avanti 10 a 7. La ripresa vede le ospiti che non ci stanno a perdere l’imbattibilità. Il ritmo si alza e la condizione fisica fa la differenza, e quella di Arezzo non può essere migliore. Specie il movimento di difesa si rallenta e la lucidità in attacco viene meno. Eppure ancora a quattro minuti dalla fine si sbaglia il rigore che avrebbe portato la Petrarca a meno 1, e subito dopo un altro errore dai sette metri. Poi è finita. Le fiorentine passano al Palamecenate 18 a 15 confermandosi meritevole della promozione, non fosse altro per la regolarità mostrata nel torneo. Per le ragazze della Petrarca ancora un rimpianto e la certezza di non essere seconde a nessuno. Peccato, ma come già detto più volte, le partite durano sessanta minuti e da questa squadra, cui la sorte non è stata certo amica nel corso del torneo, era onestamente difficile pretenderli.

Paolo Polezzi
a.s. Petrarca Pallamano

Lascia un Commento

I campi contrassegnati con * sono obbligatori