Giovedi Rosa

mar
2017
30

scritto da in UNDER 18

Nessun commento

scritto da in PALLAMANO

Nessun commento

Centoventuno reti, delle quali alla fine una sola conta. Quella segnata, o sbagliata, o evitata, da uno qualsiasi degli atleti in campo in due allucinanti ed appassionanti gare con un incredibile verdetto finale. Un solo goal di differenza è una goccia nel mare, ma è la goccia che proietta la Petrarca Pallamano Arezzo verso il titolo di campione toscano under 16 maschile. I ragazzi di Saadi si presentavano al big match infrasettimanale di Tavarnelle forti del primato, tre punti di vantaggio e soprattutto uno schiacciante 38 a 23 nel match di andata. Tutto tranquillo? Affatto, ancora i nostri citti debbono crescere e non dare nulla per scontato. Così contro una squadra fortissima, carica a mille, che non ha nulla da perdere e che gioca la partita della vita in un palazzetto gonfio di tifo e di calore, se vogliamo anche contro qualche circostanza avversa, fatto sta che Arezzo trema, invero parecchio, ma non crolla. I chiantigiani sfiorano l’impresa ma si fermano a quota 37, la Petrarca infila in rimonta il ventitreesimo gol che potrebbe davvero riportare dopo tanti anni un titolo maschile ad Arezzo. Adesso Petrarca e Tavarnelle sono a pari punti, ma la differenza reti negli scontri diretti vede i citti avanti di uno.  La scaramanzia è sovrana nello sport ma la coscienza dei propri mezzi è ancora più importante, e a questo punto va detto che Saadi e i suoi ragazzi sono padroni del proprio destino, ed hanno tutte le possibilità di farlo. Solo tre partite, centottanta minuti non facili ma neppure proibitivi, per tagliare un traguardo vicino come non mai. Si comincia domenica a Montecarlo, e non aggiungiamo altro. Sugli scudi anche l’under 16 rosa,  con le citte di Stefano Chirone che strapazzano clamorosamente l’under 18 di Fiorentina Handball. La striscia di belle prestazioni della formazione aretina si allunga e conferma l’ottima qualità del lavoro del tecnico di Grosseto, ormai aretino ad honorem. E’ soprattutto suo, senza però dimenticare la preziosa opera della dirigente responsabile Michela Sacchetti, se la pallamano femminile aretina continua la linea positiva di questi ultimi anni. Sempre in attesa che le piccole donne, come i piccoli uomini, crescano.

Paolo Polezzi  A.S. Petrarca Pallamano

CENA DI PASQUA!

mar
2017
17

scritto da in PALLAMANO

Nessun commento

Secondo appuntamento con la CENA SOCIALE della PETRARCA per questo 2017.
I genitori, perfetti chef, cucineranno di nuovo per noi sabato 01 Aprile, sempre al Circolo di Battifolle.
VI ASPETTIAMOOO!!!

scritto da in PALLAMANO

Nessun commento

scritto da in PALLAMANO

Nessun commento

Aria di primavera per la Petrarca Pallamano Arezzo. Un’aria piena di nuova gioventù, di profumi, di  promesse e di speranze che parlano particolarmente al femminile. Dopo aver inchiodato sul pari la capolista under 16 Prato, le citte di Chirone sfornano una grande prestazione sul campo del Firenze La Torre, dominatore assoluto del torneo con la formazione under 18. Un gruppo di grande esperienza, peso e centimetri quello delle fiorentine che pure sono state messe in grossa difficoltà da una Petrarca scesa in campo senza timori reverenziali e capace di giocare una vera pallamano. Troppi pali per un punteggio bugiardo, 15 a 28 il finale, ma la consapevolezza che nuovi fiori stanno sbocciando in una nuova primavera per la pallamano rosa, fiori degni di quelli che dal vivaio di Arezzo spargono fragranze sui campi di serie A ed in maglia azzurra. Chissà mai che un giorno il giardino più bello d’Italia si ricostituisca proprio nel cortile di casa Petrarca, mentre nuovi semi vengono gettati in under 14 che si fa onore contro Grosseto, 14 a 24, e strapazza Poggibonsi, 14 a 3.Intanto i fiori non sono solo rosa, anche se la nona vittoria dell’under 16 maschile nell’ostico campo di Grosseto, 36 a 28, apre il girone di ritorno confermando che il titolo di campione toscano sarà affare a due fra i citti di Saadi e Tavarnelle. Parecchio distanti gli altri e se da un lato nulla diciamo per scaramanzia dall’altro sappiamo bene che credere nell’obbiettivo innominato non è solo possibile ma doveroso.Anche in primavera ogni tanto piove, e purtroppo un improvviso acquazzone sotto forma di 38 reti subite contro 37  segnate ha lasciato bagnata e confusa l’under 20 in quel di Poggibonsi. Una frenetica pioggia di reti che rappresenta un’occasione perduta per Arezzo per superare Carrara  nella corsa per il primato di categoria. Peccato per la troppa frenesia che ha tradito i giovani aretini, ma tutto è ancora aperto: un solo punto divide le due formazioni ed il match verità si avvicina. Il 6 aprile gli apuani scenderanno al PalaMecenate per difendersi con le unghie e con i denti.Staremo a vedere, nella segreta speranza che da tanti fiori nascano frutti, e che a coglierli siano coloro che hanno a suo tempo seminato.In chiusura ricordiamo che da domenica sera la Federazione Italiana Giuoco Handball ha un nuovo presidente nella persona di Pasquale Loria. La Petrarca Pallamano Arezzo, rappresentata all’assemblea elettiva dal presidente avv. Riccardo La Ferla, si congratula con la nuova guida del movimento ed augura a tutti gli appassionati che lo circondano il miglior lavoro ed i più grandi successi.

Paolo Polezzi  A.S. Petrarca Pallamano

scritto da in PALLAMANO

Nessun commento

Nella pallamano attuale un pò di francese è bene conoscerlo. Non fosse altro perchè i nostri cugini d’oltralpe, da anni ai vertici dell’ handball, neppure due mesi fa sono stati capaci non solo di organizzare un mondiale come mai se ne erano visti, ma pure di vincerlo in una finale contro la rivelazione Norvegia disputata davanti a sedicimila spettatori in delirio. Ecco quindi che la Petrarca Pallamano, grazie alle buone relazioni internazionali di Abderrahman Saadi, consente ad alcuni suoi atleti under 17 di andare a lezione proprio a Parigi grazie ad  un’esperienza unica concretizzatasi in uno stage di 6 giorni nella capitale francese a contatto con la grande pallamano. E per i nostri citti è stato davvero qualcosa di indimenticabile. Gli allenamenti con i migliori giovani talenti selezionati da tre grandi società francesi quali Paris Saint German, Ivry Handball e Creteil Handball, la possibilità di mescolarsi a migliaia di appassionati spettatori per assistere a partite di massimo livello in impianti e cornici di pubblico impensabili nella nostra realtà. Coppa di Francia, Champions League, sono immagini che hanno aperto la valigia dei sogni. Il ritorno in termini di stimoli, entusiasmo, voglia di fare e fame di successo è stato impagabile. E soprattutto si è vista una meta, un punto dove si vuole arrivare. Una strada lunghissima, tortuosa ed in salita ma che si può percorrere, magari per tornare un giorno a Parigi non da turisti ma da atleti di vertice. Si è trattato anche di un’ esperienza di grande valore dal punto di vista umano e della crescita individuale  dei ragazzi sotto il profilo della responsabilità e maturità nel relazionarsi con coetanei di comune passione ma di lingua e cultura diversa. La Petrarca Pallamano ha fatto da anni  come proprio punto di impegno l’ affiancare alla pratica di un fantastico sport un progetto educativo fatto di momenti di confronto, di scambi culturali, di curiosità e rispetto. Tanti tornei, stage, campus in Europa e nel mondo perchè in fin dei conti la pallamano è solo una chiave che serve ad aprire, e ad aprirci, in un mondo che non dovrebbe avere porte chiuse. Quindi …. au revoir Petrarca,e bonne chance!

Paolo Polezzi  A.S. Petrarca Pallamano