scritto da in PALLAMANO

Nessun commento

Arrivano alla conclusione per la Petrarca i campionati under 17 sia femminile che maschile, e lo fanno come spesso succede distribuendo in egual misura recriminazioni e soddisfazioni, certezze e speranze. Partendo dalle citte il campionato in rosa si chiude in agrodolce in quel di Prato con una gara dai due volti. Come da pronostico Tushe, padrona di casa,  si impone per 31 a 26. Basta un primo tempo dominato, e chiuso con un sicuro più dodici, per mettere in cassaforte il risultato e confermarsi degna vincitrice del torneo. Il pubblico aretino nell’intervallo teme un tracollo, ma la  Petrarca ci ha ormai abituato a giocare due partite in una. Come già contro Follonica, dagli spogliatoi esce una squadra letteralmente trasformata. Scapecchi  e compagne, con Saadi in panchina, sfornano una grande prestazione: lottano su ogni palla, segnano una rete dopo l’altra, rimontano. Le campionesse sono frastornate, cercano di amministrare il gioco con la carta dell’esperienza, non sempre ci riescono. Il parziale favorevole di 18 a 11 non basta a vincere, troppo lo svantaggio da colmare, ma dice tutto anche a chi mastica poco di pallamano. Al termine di una stagione sofferta, piena di problemi che hanno spaziato da defezioni importanti a infortuni, impianti, panchina, in casa Petrarca rimane la certezza di avere un gruppo forse ristretto numericamente, che probabilmente sul piano dei risultati ha raccolto meno delle attese, ma che comunque alla fine si è ritrovato, compatto, combattivo e competitivo con chiunque. C’è roba per ripartire alla grande e per avere fiducia nel futuro, magari recuperando quello che si è perso per strada ed allargando la ricerca di nuove leve. Finisce anche nel maschile con una gara passerella a Poggibonsi. Senza particolari stimoli agonistici, gli aretini lasciano spazio ai grintosi locali imponendosi comunque per 39 a 36. Confermano così il secondo posto alle spalle di Tavarnelle, che proprio nell’ultimo turno scivola sulla classica buccia di banana in casa contro Grosseto. Una sconfitta ininfluente, che comunque riduce il distacco di Arezzo al minimo sindacale dei due punti e forse aumenta in casa amaranto i rimpianti ma anche, perchè no, la voglia di rivincita. Arrivederci ragazze e ragazzi, la prossima stagione batte alle porte.    Intanto domenica prossima tutti al PalaMecenate per il concentramento misto under 13, fra sudore e divertimento.

Paolo Polezzi  A.S. Petrarca Pallamano

scritto da in PALLAMANO

Nessun commento

area-5-comunicato-n26-del-03_05_2018

FORZA PICCOLI!!!

mag
2018
03

scritto da in UNDER 12, UNDER 14

Nessun commento

Conclusi tutti gli altri campionati domenica 6 maggio tocca ai piccoli!!!
Concentramento U13 ad Arezzo, palestra ITIS G. GALILEI, dalle ore 15:30.
FORZA PICCOLI!!!

 

scritto da in PALLAMANO

Nessun commento

PRONTI??!! SI RIPARTE!!!
Altro Stage, altra collaborazione nell’ambito del CAMPUS TALENT di Abderrahman Saadi, che si rinnova con la società Ajax Copenaghen Handball!!!
Dal 1 al 6 maggio i nostri ragazzi U17/19 saranno ospiti a Copenaghen per uno stage di allenamento e scambio.
Sedute di allenamento giornaliere con i pari età danesi, seguiti da allenatori e formatori della società AJAX e della KIES ACADEMY
https://www.kies.dk/sporten/haandboldlinjen/ ).
Non mancherà ovviamente il meritato svago con la partecipazione a partite di massima serie del campionato danese.
BUON DIVERTIMENTO E BUONA PALLAMANO RAGAZZI!!!
Campus Talent “Alessio Bisori” – Petrarca Pallamano Arezzo
PETRARCA PALLAMANO AREZZO 0756

scritto da in PALLAMANO

Nessun commento

Vincere con uno scarto di dieci reti sapeva di sogno e di impresa. Purtroppo è rimasto un sogno accarezzato solo per un tempo, perchè alla fine è Tavarnelle ad imporsi per 30 a 28 e a laurearsi, meritatamente, Campione Toscano under 17. I chiantigiani vengono al PalaMecenate con il dichiarato scopo di amministrare un vantaggio. Possesso di palla fino ai limiti del passivo e gestione dei ritmi come una squadra esperta sa ben fare. Arezzo disputa una bella gara ma non riesce ad accelerare e a recuperare quei palloni che sarebbero stati indispensabili. Giacomo Messeri in porta è una saracinesca, però fin da subito è chiaro che il tempo dei grandi distacchi e delle grandi rimonte è finito. Il crescere dell’età, del livello agonistico, delle esperienze, riducono il margine di errore dell’avversario, così come il proprio, e rimediare è difficile. Gli ospiti trovano anche una vittoria forse neppure preventivata, ma che certo li premia oltre la reale differenza fra le due formazioni. Perchè quello di Saadi e dei suoi ragazzi è stato un gran campionato, dove il secondo posto è alla fine frutto di un solo pomeriggio sbagliato. Uno solo, ma che è valso un campionato. Facciamone tesoro, visto che già tira aria di rivincita: ormai è infatti chiaro che il prossimo anno saranno ancora gli stessi gruppi a confrontarsi nella categoria superiore. Un bel campionato dove Arezzo e Tavarnelle rinnoveranno il loro sportivissimo duello, magari con un finale diverso. In serie B il congedo dal campionato passa con una tranquilla vittoria, 28 a 22, contro Medicea in una gara divertente che ha visto Agutoli e compagni sempre in testa. Il bel girone di ritorno consente alla Petrarca di chiudere in una posizione di classifica più che onorevole, probabilmente quinta, con il piccolo rimpianto che una vittoria contro Grosseto, che passò ad Arezzo col minimo scarto, avrebbe addirittura fruttato il terzo posto. Rimane la consapevolezza della crescita di questo giovane gruppo di prospettive decisamente interessanti. La bella giornata petrarchina si completa con le citte dell’Under 17. Contro Follonica partita tiratissima, di grande carica agonistica, con Arezzo che ribalta il parziale sfavorevole, 8  a 13, del primo tempo con una grande ripresa.  Occhini para alla grande e dà la carica a tutta la squadra. Sugli scudi Scapecchi in regia e Terziani in fase conclusiva ma tutte fanno la loro parte con cuore e grinta. Finisce 23 a 20 fra il tripudio generale in campo e sugli spalti. Al tirare delle somme, in casa Petrarca il saldo presente è sempre attivo. Il futuro? Ci si crede.

Paolo Polezzi  A.S. Petrarca Pallamano

scritto da in PALLAMANO

Nessun commento

area-5-comunicato-n 25-del-24_04_2018